iphigenie Como; Teatro Sociale; Gluck; operaLombardia

L’Iphigénie en Tauride di Gluck in scena a Sociale di Como

La tournée lombarda di Iphigénie en Tauride si concluderà il 5 dicembre al Teatro Ponchielli di Cremona. Dopo avervi già assistito a Pavia, dove la produzione è nata, siamo ritornati anche al Sociale di Como per goderne nuovamente. 

Emma Dante confeziona uno spettacolo di forte impatto visivo, caratterizzato da grande eleganza e sobrietà. La gestualità è curata nel dettaglio e tutti i movimenti sono pensati in perfetto afflato col carattere che la musica e il canto esprimono. Come di consueto si serve di attrici e figuranti che costituiscono parte integrante dell’impianto scenico di Carmine Maringola. Il primo atto vede dominare la loggia delle cariatidi dell’Eretteo dell’Acropoli di Atene, dove le figuranti simulano il sostegno dell’architrave del tempio; nel secondo atto muovono un sistema di colonne ioniche mobili, diventano poi inquietanti Eumenidi e così via. Il terzo atto si apre con due altalene fiorate mentre il finale è dominato dallo scheletro di un cervo. Un allestimento semplicissimo, dal budget contenuto, ma di grande impatto visivo, reso prezioso dal disegno luci di Cristian Zucaro e dagli eleganti costumi di Vanessa Sannino, che esaltano le caratteristiche fisiche degli interpreti. Meraviglioso il costume fiorato riservato alla protagonista, in tono con le due altalene, reso ancora più particolare dal contrasto cromatico con la parrucca bianca che la Antonacci indossa lungo tutto il corso dello spettacolo. 

Diego Fasolis dirige in maniera impeccabile sottolineando gli scarti emotivi tra i momenti più placidi e quelli più autenticamente drammatici. Ottimo poi il contrasto dinamico tra le prime battute d’apertura e la successiva tempesta che apre l’opera lasciando subito spazio alla protagonista e alla sua invettiva <<Grands Dieux! Soyez-nous secourable>>, raddoppiata dal coro delle sacerdotesse. Anna Caterina Antonacci, da artista di prim’ordine qual è, conosce il ruolo a menadito e offre una prova maiuscola coniugando l’eleganza del fraseggio all’impegno sulla scena in modo così compiuto ed efficace da compensare qualche trascurabile riserva sotto l’aspetto strettamente vocale. Affronta con spavalderia <<O toi, qui prolongeas mes jours>> e <<O mon frère, daigne entendre>> (che col coro delle sacerdotesse chiude meravigliosamente il secondo atto) facendo breccia nel cuore degli spettatori con <<Je t’implore et je tremble>>, lungamente applaudita. Oreste è il bravissimo e applaudito Bruno Taddia sotto tutti i punti di vista così come ideale è il Pylade di Mert Süngü, che mette in evidenza una linea di canto adamantina e un bel legato nella sua aria del secondo atto <<Unis dès la plus tendre enfance>>. Un’ottima sorpresa si rivela il giovane Michele Patti (Thoas) (bravissimo in <<De noirs pressentiments>>) e corretti tutti gli altri. 

Il grande successo che ha coronato la recita comasca del 21 novembre sia da stimolo a chi si trova a Cremona e dintorni. Come anticipato, infatti, Iphigénie en Tauride approderà al Teatro Ponchielli per le ultime due recite venerdì 3 dicembre h20.30 e domenica 5 dicembre alle h15.30. Biglietti ancora disponibili. Si tratta di una produzione da non perdere. 


Teatro Sociale
Como | 21 novembre 2021

Iphigénie en Tauride
tragedia lirica in quattro atti
musica di Christoph Willibald Gluck
libretto di Nicolas-Fraçois Guillard

Iphigénie | Anna Caterina Antonacci
Oreste | Bruno Taddia
Pylade | Mert Süngü
Thoas | Michele Patti
Diane/Una donna greca | Marta Leung
prima sacerdotessa | Luisa Bertoli/Miriam Gorgoglione
seconda sacerdotessa | Erica Rondini/Chiara Ciurlia
uno scita | Alessandro Nuccio
Ministro del tempio | Ermes Nizzardo

Orchestra I Pomeriggi Musicali
Coro Opera Lombardia

direttore | Diego Fasolis
maestro del coro | Massimo Fiocchi Malaspinta
regia | Emma Dante
scene | Carmine Maringola
costumi | Vanessa Sannino
luci | Cristian Zucaro
coreografo e maestro d’armi | Sandro Campagna

 

ph. Alessia Santambrogio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *