Opéra Paris; Opera Parigi; 2024/2025

La stagione 24/25 dell’Opéra di Parigi

L’Opéra de Paris ha presentato il cartellone della stagione lirica 2024/2025, una stagione che si aprirà il 10 settembre con la ripresa della classicheggiante produzione del Falstaff di Giuseppe Verdi di Dominique Pitoiset. Per l’occasione i complessi parigini saranno guidati dal direttore danese Michael Schønwandt, mentre sul palco saranno impegnati tra gli altri: Ambrogio Maestri, Marie-Nicole Lemieux, Ivan Ayon-Rivas e Federica Guida.

La nuova stagione lirica parigina prevede in cartellone 7 nuove produzioni e 12 riprese di repertorio che, come sempre, spaziano tra barocco, repertorio romantico, capolavori del Novecento e composizioni contemporanee.

La prima nuova produzione della stagione sarà Les Brigands di Offenbach, titolo che debutterà al Palais Garnier il 21 settembre 2024 con un nuovo allestimento firmato da Barrie Kosky, sul podio parigino sarà impegnato il maestro Stefano Montanari. Tra le produzioni più attese della stagione segnaliamo Castor et Pollux di Rameau (seconda nuova produzione della stagione 24/25 che debutterà sul palco del Palais Garnier a partire dal 20 gennaio 2025) che vedrà sul podio Teodor Currentzis alla testa della sua Orchestra Utopia. La regia sarà invece firmata da Peter Sellars, mentre sul palco saranno impegnati Jeanine De Bique, Stéphanie d’Oustrac, Reinoud Van Mechelen, Marc Mauillon, Claire Antoine e Laurence Kilsby. Il 29 gennaio all’Opéra Bastille prenderà finalmente il via la nuova produzione firmata da Calixto Bieito del Ring wagneriano con il debutto di Das Rheingold diretto dal maestro Pablo Heras-Casado, sul palco saranno impegnati tra gli altri Ludovic Tézier (Wotan), Gerhard Siegel (Mime), Eve-Maud Hubeaux (Fricka) e Marie-Nicole Lemieux (Erda). Il 28 febbraio debutterà la nuova produzione di Pelléas et Mélisande di Debussy, la parte musicale sarà affidata alla bacchetta di Antonello Manacorda, mentre la regia sarà firmata da Wajdi Mouawad, nel ruolo di Mélisande sarà impegnata Sabine Devieilhe, mentre Pelléas sarà Huw Montague rendall e Gordon Bintner sarà Golaud. Nell’ambito dei progetti de l’Académie dall’11 al 21 marzo 2025 nello spazio dell’Amphithéatre Olivier Messiaen andrà in scena una nuova produzione de L’isola disabitata di Haydn per la regia di Simon Valastro e con la direzione musicale di François Lòpez-Ferrer, mentre sul palco saranno impegnati i giovani dell’Accademia. Dal 21 marzo al 9 aprile il Palais Garnier ospiterà la nuova produzione de Il viaggio, Dante, opera del 2022 di Pascal Dusapin che sarà diretta da Kent Nagano, mentre la regia sarà affidata a Claus Guth. L’ultima nuova produzione della stagione sarà Il Trittico di Puccini (debutto il 29 aprile 2025) nella produzione già vista al Festival di Salisburgo per la regia di Christof Loy e con la direzione musicale di Carlo Rizzi. Anche in questo caso come successo a Salisburgo tra il cast spicca il nome di Asmik Grigorian che sarà impegnata in tutte e tre i titoli. 

Tra le tante riprese segnaliamo: dal 14 settembre la Madama Butterfly di Puccini nell’allestimento di Bob Wilson, diretta da Speranza Scappucci e con Eleonora Buratto ed Elena Stikhina che si alterneranno nel ruolo del titolo. Dal 26 settembre torna in scena anche il Faust di Gounod nell’allestimento di Tobias Kratzer, diretto da Emmanuel Villaume con tra gli altri Alex Esposito, Florian Sempey e Marina Viotti. Tra il 17 ottobre e il 20 novembre sarà invece il turno della ripresa del fortunatissimo allestimento di Laurent Pelly de La Fille du régiment di Donizetti con Julie Fuchs e Lawrence Brownlee. Dal 6 febbraio tornerà in scena un’altra produzione di Pelly: I Puritani di Bellini diretti da Corrado Rovaris con Lisette Oropesa, Lawrence Brownlee e Roberto Tagliavini. Dal 29 marzo tornerà in scena la produzione del Don Carlos di Verdi firmata da Krzysztof Warlikowski diretta da Simone Young con Charles Castronovo nel ruolo del titolo, Marina Rebeka in quello di Elisabeth ed Ekaterina Gubanova in quello di Eboli. Dal 26 maggio al 20 giugno all’Opéra Bastille tornerà in scena la produzione di Vincent Huguet della Manon di Massenet, Pierre Domoussaud dirigerà i complessi del teatro, mentre sul palco saranno impegnati tra gli altri Nadine Sierra, Benjamin Bernheim e Roberto Alagna. La stagione si chiuderà tra il 10 giugno e il 13 luglio con la ripresa della produzione di Damiano Michieletto de Il barbiere di Siviglia, la parte musicale sarà affidata a Diego Matheuz, mentre tra i protagonisti spiccano i nomi di Mattia Olivieri, Levy Sekgapane, Carlo Lepore e Luca Pisaroni.


Opéra National de Paris
Stagione 2024/2025

Les Brigands di Offenbach | da 21 settembre 2024 al 12 luglio 2025
Castor et Pollux di Rameau | dal 20 gennaio al 23 febbraio 2025
Das Rheingold di Wagner | dal 29 gennaio al 19 febbraio 2025
Pelléas et Mélisande di Debussy | dal 28 febbraio al 27 marzo 2025
L’isola disabitata di Haydn | dall’11 al 21 marzo 2025
Il viaggio, Dante di Dusapin | dal 21 al 9 aprile 2025
Il Trittico di Puccini | dal 29 aprile al 28 maggio 2025

Falstaff di Verdi | dal 10 al 30 settembre 2024
Madama Butterfly di Puccini | dal 14 settembre al 25 ottobre 2024
Faust di Gounod | dal 26 settembre al 18 ottobre 2024
La Fille du régiment de Donizetti | dal 17 ottobre al 20 novembre 2024
Die Zauberflote di Mozart | dal 2 al 23 novembre 2024
The Rake’s Progress di Stravinsky | dal 30 novembre al 23 dicembre 2024
Rigoletto di Verdi | dal 1 dicembre 2024 al 12 giugno 2025
La piccola volpe astuta di Janacek | dal 15 gennaio al 1 febbraio 2025
I Puritani di Bellini | dal 6 febbraio al 5 marzo 2025
Don Carlos di Verdi | dal 29 marzo al 25 aprile 2025
Manon di Massenet | dal 26 maggio al 20 giugno 2025
Il barbiere di Siviglia di Rossini | dal 10 giugno al 13 luglio 2025


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *